Bruschetta: il superfood che non ti aspetti

02/05/2019

235ccd87-7fb5-4be4-8170-e0f1a72afcd4

L’olio d’oliva extravergine non ha certo bisogno di presentazioni, dal momento che è il condimento principale della nostra dieta mediterranea, universalmente riconosciuta come la più salutare per il nostro organismo.


Effettivamente le virtù nutrizionali del nostro olio di oliva sono davvero notevoli, in quanto oltre ai grassi presenti nell’alimento, abbiamo anche la presenza di minerali e vitamine, in particolare quelle del gruppo E.
Per definizione i grassi sono divisi in tre categorie: saturi, monoinsaturi e polinsaturi e tutte e tre queste tipologie sono necessarie al nostro organismo, anche se in diverse quantità. L’olio d’oliva è composto quasi interamente di grassi, e la percentuale delle tre categorie rispecchia in modo ottimale il nostro fabbisogno!

Una importante e recente studio dell’Università di Bari ha messo in evidenza l’importanza di questo alimento nella prevenzione dei tumori intestinali. L’olio d’oliva - e in particolare quello extravergine - ha una forte presenza di acido oleico, elemento base di ogni olio vegetale ma anche di alcuni componenti dell’organismo, quali le membrane cellulari. L’assunzione di un cucchiaio di olio a pasto blocca l’infiammazione delle cellule intestinali che è alla base del possibile sviluppo di malattie.

L’acido oleico ha anche un’altra importante funzione, quella di permettere l’assunzione di proteine o altri micronutrienti liposolubili, ovvero che non si sciolgono in acqua. Ecco allora che l’olio d’oliva, unito insieme ad altri alimenti, permette di creare piatti non solo gustosi, ma che moltiplicano le proprietà nutritive dei singoli ingredienti. Uno di questi piatti è la famosa bruschetta mediterranea, che noi italiani siamo abituati a consumare quasi senza renderci conto della sua importanza.

Pane, pomodoro e olio sono alimenti molto gustosi e nutrienti anche se consumati da soli, ma insieme esprimono tutta la loro forza. Il pane è l’alimento base di noi italiani, che ne produciamo oltre duecento varietà diverse, e aggiungerci l’olio è particolarmente indicato perché ne riduce l’indice glicemico e, in una dieta varia ed equilibrata, può rappresentare un’ottima merenda per i bambini ma anche un vero e proprio piatto unico per gli adulti. Con il pomodoro, poi, si crea una combinazione eccellente dal punto di vista nutrizionale. L’azione dell’olio extravergine permette ai micro-nutrienti del pomodoro di essere assorbiti dal nostro organismo, come per esempio nel caso del licopene, una sostanza antiossidante le cui virtù anti-tumorali sono oggetto di molti studi.


La bruschetta è anche un piatto molto sfizioso perché a questi ingredienti base possiamo aggiungere tante altre cose, come basilico, origano o altre spezie, aceto balsamico, pesto e quanto la nostra fantasia ci suggerisce.