Le alghe in cucina

22/04/2021

306198dd-9b4f-4b94-8f31-bb3c2e47c9fd

Le alghe non ci stupiscono ormai più di tanto. Siamo abituati a vederle nei ristoranti orientali e sempre di più iniziamo anche ad acquistarle per sperimentare nuove preparazioni casalinghe. C’è chi vuole cimentarsi nella realizzazione di piatti tipici esotici, come il sushi, e chi invece prova ad inserirle in piatti dai sapori originali.

Le alghe sono un ottimo alimento da introdurre nella nostra dieta. Oltre ad essere un modo per provare nuovi sapori infatti, sono ricche di proteine vegetali, fibre e sali minerali. Sono particolarmente indicate per chi segue una dieta vegetariana e ha bisogno di reintegrare fonti proteiche alternative alla carne.

I tipi di alghe

Esistono moltissimi tipi di alghe. Scopriamo le caratteristiche delle varietà da noi più comuni per sfruttarle al meglio in cucina. 

Alga kombu

Tra le più diffuse c’è sicuramente l’alga kombu. Le alghe kombu sono un insieme di alghe brune,  che crescono appena sotto la superficie dell’acqua. Si possono mangiare sia crude che cotte e sono caratterizzate da un sapore dolce. Sono spesso utilizzate per insaporire zuppe, minestre o legumi. 

Alga nori

L’alga nori, chiamata anche lattuga di mare, è una delle alghe più nutrienti e ricche di iodio. È molto saporita e caratterizzata dal gusto umami, in quanto ricca di glutammato. In cucina è  utilizzata soprattutto come involucro per la preparazione di sushi e onigiri. Vengono vendute secche, per cui i fogli di nori vanno tostati leggermente sulla fiamma affinché assumano un colore verde.

Alga wakame

Le alghe wakame fanno parte delle alghe brune e sono molto simili alle alghe kombu. Hanno un sapore delicato e vengono spesso aggiunte in minestre o zuppe (come quella di miso), in insalata o in abbinamento alle verdure. La parte delle fronde, chiamata ita-wakame, viene di solito tagliata e seccata in fogli, come la nori, e poi utilizzata per ricoprire il riso o sbriciolata come condimento. La parte riproduttiva delle radici, chiamata mekabu, ha un sapore più forte e salato e una consistenza collosa. 

Ci sono poi l’alga agar-agar, gelatine utilizzate come in cucina soprattutto come addensanti e l’alga spirulina, utilizzata come integratore.