Lo zenzero

03/06/2021

432ca85e-4df0-4dc4-811d-4777c50cc70a

Tra le spezie che si utilizzano comunemente in cucina, lo zenzero è sicuramente una di quelle più utilizzate ed apprezzate. A renderlo così speciale è il suo particolare aroma, allo stesso tempo intenso e pungente, piccante e rinfrescante. 

Scopriamo insieme le caratteristiche di questa spezia, le sue proprietà e come sfruttarla in cucina. 

La radice di zenzero

Lo zenzero è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Zingiberacea originaria dell’Estremo Oriente e coltivata in tutta la fascia tropicale e subtropicale. La parte commestibile è la radice: la pianta è infatti dotata di un rizoma carnoso, con forma decisamente irregolare, più o meno allungato e bitorzoluto, di colore variabile tra il marroncino e il giallo. È il rizoma infatti a contenere i principi attivi della pianta, che ne caratterizzano il sapore e l’aroma: olii essenziali, gingeroli e shogaoli (principali responsabili del sapore pungente), resine e mucillagini.

Proprietà e benefici

Lo zenzero è utilizzato fin dall’antichità per le sue molteplici proprietà. La più nota è il suo effetto antinausea, ma è anche spesso utilizzato per facilitare la digestione, contro coliche o gonfiori. Ha poi proprietà antinfiammatorie e antiossidanti e, essendo un vasodilatatore, fu in passato utilizzato per la pressione alta, palpitazioni e cardiopatia. 

Lo zenzero in cucina

In cucina lo zenzero è un ingrediente molto versatile. Può essere aggiunto fresco, solitamente tagliato in fettine sottili o grattugiato, oppure in polvere, ottenuta dall’essiccazione e dalla macinazione del rizoma. 

Il suo aroma è fresco e il suo sapore leggermente pungente. È largamente diffuso nelle cucine orientali, dove è aggiunto per aromatizzare primi e secondi piatti di carne, pesce, verdura. Può essere inoltre utilizzato anche in preparazioni dolci, come torte e biscotti o in infusione in bevande e tisane. E’ vasto l’impiego dello zenzero fresco come aroma per le bibite analcoliche, come il ginger ale, le birre e i liquori.