Quali sono gli alimenti che favoriscono la concentrazione

11/09/2020

62c361a6-920d-40ad-880e-5535d5c55fc4

Sentirsi attivi, svegli e lucidi è importante e ormai sappiamo che esistono moltissimi alimenti ai quali possiamo ricorrere per fare il pieno di energie senza appesantirci troppo; ma volendo migliorare in particolare modo la concentrazione e la memoria, quali alimenti dovremmo privilegiare?

Ecco una lista di cibi che possono aiutarci a migliorare la nostra concentrazione, la nostra memoria e la nostra resa nello studio o nel lavoro. Quali sono le caratteristiche che li contraddistinguono? Una maggior presenza di vitamine (in particolare di vitamina K), un lento rilascio di glucosio nel sangue, la presenza di acidi grassi (i famosi Omega3), di licopene, di zinco e di sostanze eccitanti.

Ovviamente non tutte contemporaneamente presenti nello stesso alimento, queste sostanze sono il nostro campanello, ciò che ci aiuta a capire che l’alimento che ne contiene in maggiori quantità ci aiuterà con la concentrazione.

È importante, come sappiamo bene, non eccedere mai con nessuno di questi alimenti e farsi consigliare da un medico per seguire una dieta sana ed equilibrata, che risponda alle nostre esigenze personali.

Avocado

Ricco di acidi grassi, acido eolico e vitamina K, l’avocado è un alimento che aiuta la concentrazione. Per la sua concentrazione calorica, meglio assumerlo la mattina. Con due fette di salmone affumicato e un uovo sodo è un abbinamento classico e nutriente. Altrimenti, frullatelo con succo di lime, otterrete una crema perfetta da aggiungere in un toast quanto in uno yogurt.

Broccoli e cavoli (e anche gli spinaci)

Verdure ricche di ferro e vitamina K, è noto che si tratti di verdure che contrastano le malattie neurodegenerative. Con la cottura al vapore siete sicuri di non disperdere nessuno dei loro benefici. Per una ricetta diversa dal solito schiacciateli con una forchetta, conditeli con olio, sale e pepe e usateli come base per delle pizzette o delle tortine farcite da cuocere in forno.

Fiocchi d’avena e i cereali integrali

Oltre ad assicurare un benessere intestinale, l’assunzione dei fiocchi d’avena assicurano una carica d’energia indispensabile per la memoria. Per assumerli in modo facile e veloce, aggiungeteli allo yogurt, altrimenti fatene delle barrette mescolandoli con muesli e miele e lasciandoli in frigo per qualche ora.

Mirtilli e frutti rossi

Anche loro ricchi di vitamine C e K, sono perfetti per una colazione nutriente o una merenda che aiuti a recuperare le forze e la concentrazione, per l’appunto!

Frutta secca

Da non assumere in enormi quantità per via dell’alto apporto di calorie, la frutta secca è un aiuto fondamentale che possiamo sfruttare al meglio mangiandola al naturale.

Salmone (e tutto il pesce)

Non solo la concentrazione, ma anche la memoria. Il salmone, come sappiamo bene, è un concentrato di Omega 3 ed è facile da preparare, soprattutto se affumicato (ma anche a crudo o cotto in padella).

Cioccolata

Il cacao aumenta la serotonina e le endorfine nel nostro corpo, dalle quali dipendono anche la nostra memoria e la nostra concentrazione.

Tè e caffè

Da non assumere che in minime quantità, tè e caffè sono sostanze eccitanti che, tenendoci svegli, ci aiutano a concentrarci. Attenzione, però, perché una volta superato il “limite consentito dal nostro corpo” hanno l’effetto contrario.