Il caffè filtro

08/07/2021

7e6f4b5b-0b94-4e37-8e67-8e708b8c20c1

Il caffè filtro è uno dei metodi di preparazione del caffè più antichi e diffusi e rappresenta circa l’80% dei consumi mondiali delle bevande a base di caffè.

Il consumo di caffè filtro è diffuso soprattutto nel Nord Europa e negli Stati Uniti, tanto da essere diventato un vero e proprio simbolo dello stile di vita americano ed essersi guadagnato il nome di “caffè all’americana”. Attenzione a non confonderlo però con il caffè americano comunemente servito in Italia, che non è altro che un caffè espresso allungato con acqua calda. 

Scopriamo allora nel dettaglio cosa si intende quando si parla di caffè filtro. 

Che cos’è il caffè filtro

Quello all’americana è un caffè ottenuto per percolazione, tramite cioè filtrazione per gravità, e si basa sul principio di far gocciolare lentamente l’acqua calda attraverso uno strato di caffè macinato, posto in un filtro di carta. Viene preparato con un apposito strumento dotato di una brocca e di filtri di forma conica. È in questi filtri che si aggiunge prima la miscela di caffè e poi si versa gradualmente l’acqua calda. Una volta che tutta l’acqua è nella brocca sottostante il filtro, il caffè è pronto.

Un’altra tecnica di preparazione è quella definita French Press, che sfrutta delle caraffe in vetro analoghe a quelle usate per tè e tisane. Si lascia il caffè in infusione per quattro minuti prima di abbassare lo stantuffo del filtro che separa la bevanda dalla polvere di caffè.

Come preparare un buon caffè filtro 

Il caffè filtro è aromatico e ricco di gusto ma per prepararlo bene ci sono alcune accortezze da tenere a mente. 

  • La macinatura è fondamentale e dev’essere media. Una macinatura più grossolana, rispetto a quella per l’espresso o per la moka, permette all’acqua di percolare lentamente e avere un’estrazione più completa. Se la macinatura è troppo fine il caffè rischia di essere amaro e avere sentori di bruciato, se invece è troppo grossa si otterrà una bevanda poco aromatica perché l’acqua sarà passata troppo velocemente.  
  • La quantità di caffè dev’essere giusta rispetto alla quantità di acqua utilizzata: un buon rapporto di caffè/acqua è di 60 g di caffè per litro d’acqua.
  • L’acqua non deve essere bollente: deve essere versata a 92-96°C, quindi non in ebollizione.