Come organizzare al meglio il frigorifero

17/12/2020

c8188c66-333c-492c-93af-2e81c17f2e4f

Una buona organizzazione del frigorifero è alla base per una corretta conservazione degli alimenti e allo stesso tempo un’ottima soluzione anti-spreco.

Sistemando in modo ordinato la spesa nei vari scomparti, si può facilmente vedere se un alimento sta andando a male, sapere quali alimenti sono vicini alla scadenza e di conseguenza prevenire lo spreco senza dover gettare niente. Inoltre, la confusione che regna nel frigorifero spesso porta a un sovraccarico dell’elettrodomestico, che consuma molta più energia, inquinando il pianeta e alzando la bolletta.

Ecco allora le regole generali e alcune astuzie per organizzare il frigorifero al meglio, in modo da non sprecare mai cibo ed energia. 

Regole generali per avere un frigorifero in ordine

  1. Pulizia periodica. È importante mantenere sempre alto il livello di pulizia del proprio frigorifero: almeno una volta ogni due mesi bisogna lavare e disinfettare sia dentro che fuori. Per la parte esterna può essere usato un detergente delicato, facendo attenzione alle guarnizioni e a togliere eventuali calamite. La parte interna è la più laboriosa: bisogna svuotare completamente il frigorifero e pulire bene pareti, superfici e cassetti.

  2. Ognuno al suo posto. Bisogna tenere presente che la temperatura cambia leggermente all’interno del frigorifero e si possono posizionare gli alimenti in modo casuale. Nel ripiano più basso, dove di solito si trovano i cassetti, vanno principalmente frutta e verdura. Il ripiano appena sopra è quello più freddo, e va utilizzato per riporre pesce e carne, ovvero gli alimenti più deperibili. La zona centrale del frigo è perfetta per gli alimenti che già cucinati, insieme a salumi, sughi, verdure cotte, latticini e formaggi. Nel ripiano più alto andranno le conserve e le uova. L’anta laterale infine è ideale per cioccolato, salse, succhi e bottiglie.

  3. Occhio alla scadenza. È consigliabile controllare una o due volte a settimana le date di scadenza e se qualcosa è da utilizzare a breve, inserirlo nel menù della settimana.

  4. Spesa ragionata. Preparare una lista delle cose da acquistare prima di uscire di casa è il modo migliore per verificare cosa realmente manchi ed evitare di acquistare troppa merce in eccesso.

  5. Non riempire troppo il frigorifero. Se il frigo è eccessivamente carico consuma più energia elettrica e il raffreddamento è meno efficiente. È importante tenere presente che molti alimenti non vanno in frigo: come il pane e i prodotti lievitati, aglio, cipolle e patate, e quasi tutta la frutta esotica, specialmente avocado, mango e banane.

 

Piccoli trucchi per una migliore conservazione

Oltre alle regole generali, per una buona conservazione si possono utilizzare alcune astuzie:

  • Controllare la temperatura del frigo: dopo aver mantenuto il frigo chiuso per 30 minuti, la temperatura deve essere tra i 2°C e i 4/5°C.
  • Evitare gli sbagli di temperatura, tenendo il frigorifero aperto il meno possibile e riponendo gli avanzi quando sono già freddi.
  • Utilizzare degli accessori per rendere gli spazi più funzionali e più ordinati, come contenitori, vaschette estraibili, stuoie in silicone, organizer a scomparsa.