La frutta invernale

02/01/2021

cf871f06-66b3-43d6-a45e-004f5ba8947d

È arrivato l’inverno ed è fondamentale conoscere la frutta invernale. Sapere quali frutti maturano nella nostra penisola in questa stagione ci permette di fare le scelte giuste, sia dal punto di vista della nostra alimentazione, sia per la salvaguardia del pianeta. 

La frutta di stagione ha un gusto più intenso ed è più ricco di elementi nutritivi, che vengono deteriorati dai processi di conservazione.

La scelta di consumare un prodotto di stagione, in questo caso invernale, è anche motivata da una scelta ecologica ed ambientale. Acquistando un frutto di stagione italiano si evita una grande parte di inquinamento ambientale, riducendo la quantità di energia utilizzata per riscaldare le serre, quella utilizzata per la conservazione e la quantità di combustibili bruciati per il trasporto dei prodotti dalle zone più calde.

Di conseguenza, scegliere la frutta stagionale consente anche di risparmiare denaro.

 

I frutti invernali

I frutti che maturano in Italia da metà dicembre a metà marzo sono: le arance, i mandarini, il pompelmo, le mele, le pere, i kiwi e l’avocado. 

Arance

Aspre e dolci al punto giusto, le arance sono un toccasana per affrontare l’inverno. Sono ricche di vitamine, in particolare la A e la C, che aiutano a rafforzare il sistema immunitario. Gustatele al naturale come merenda oppure in succhi e spremute per cominciare la giornata con la giusta energia.

Mandarini

Ancora più dolci delle arance, i mandarini sono ideali come spuntino per spezzare la fame. In alternativa, potete utilizzarli in torte e spremute. Come gli altri agrumi, anche i mandarini sono ricchi di vitamine e aiutano a combattere disturbi da raffreddamento.

Pompelmo

Il pompelmo è uno degli agrumi più aspri e proprio per questo non è amato da tutti. È un frutto invernale molto ricco di nutrienti, come la vitamina A, B e C, fibre e sali minerali, tra cui fosforo, calcio, potassio e magnesio. Come merenda è ottimo tagliato a metà e spolverato con un po’ di zucchero, da mangiare con un cucchiaino. 

Mele

“Una mela al giorno leva il medico di torno.” I proverbi non nascono per caso: le mele contengono pectina e molte fibre, ottime per migliorare il flusso intestinale, sali minerali e vitamine. Sono ideali a colazione e come merenda, perché aumentano la sensazione di sazietà. Inoltre, sono ottime cotte con zucchero e cannella, o utilizzate in gustose torte.  

Pere

Ricca di vitamine, sali minerali e fibre, la pera è un frutto invernale dolce e gustoso. Sana e versatile in cucina, la pera può essere mangiata al naturale, in succo, aggiunta a una macedonia o in una gustosissima torta cioccolato e pere. 

Kiwi

Il kiwi è il frutto con più alto contenuto di vitamina C, a discapito delle credenze popolari che assegnano agli agrumi questo primato. È inoltre un’importante fonte di potassio. Dissetante, dolce e leggermente aspro, il kiwi è buonissimo da bere in centrifughe e ideale per arricchire macedonie. 

Avocado

Non tutti sanno che questo amatissimo frutto tropicale viene coltivato anche in alcune zone della Sicilia e della Calabria. In Italia il periodo di maturazione di alcune varietà di avocado, come la Hass, la Fuerte e l’Orotavia, è proprio la stagione invernale.